Oggi sposi su Facebook

Scritto per www.lolingtonpost.it

Questo pezzo parte con una scabrosa confessione:

Ho un account Facebook.

So che è un brutto colpo per chi mi segue. Chi frequenta Twitter si crede la versione migliorata, corretta e priva di bug dell’utente tipo: più colto, raffinato e conosce almeno 6 sinonimi di sesquipedale. Ma soprattutto ha debellato facebook dalla propria vita. Chi tramite riunioni di gruppo, chi staccando un gigantesco assegno allo psicanalista… Io sono una facebook user di ritorno. Dopo un rapporto monogamo con twitter ho deciso che era giunto il momento di rientrare nel variopinto mondo di Zuckerberg. L’impatto è stato duro, impostazioni cambiate, privacy latitante, notizie e foto che appaiono a cazzo di cane, per non parlare del diario personale. La prima reazione è stata quella dell’ammutinamento: “Mark si accorgerà che lo sto ignorando e prenderà una decisione in merito, ne sono certa”. Poi è giunta la consapevolezza, se ci riesce chi mette “Mi piace” ai video delle canzoni di peti, posso farcela anch’io.

Ed è davvero bellissimo, se ami il trash. Canale del pettegolezzo moderno, ha rottamato le vecchine dietro la tenda, basta un click per scoprire chi sta con chi, dove ha passato le vacanze e se preferisce Beyoncé a Madonna. Conosco gente che riceve gli auguri perché sta su Facebook, gente che mette date volutamente errate per vedere chi è attento e gente che non riceve gli auguri da anni perché non iscritta. Ma l’avviso più succolento è il cuoricino, che sta a indicare l’ufficializzazione di una relazione, un fidanzamento o un matrimonio. Il cuoricino su facebook è la vecchia pisciata sul territorio. Nel 90% dei casi è la donna a fare terra bruciata intorno all’uomo che, fino a quel momento, se ne stava beatamente a fare il cascamorto in chat: “Io? Mah, mi vedo con una… Ma nulla di serio eh”.

Se lui conferma la relazione entro 60 secondi è salvo.

Dai 2 ai 4 minuti rischia l’amputazione dei mignoli.

Dai 5 ai 10 subisce il rapimento di un familiare.

Una settimana: lo ritrovano a pezzi nella spazzatura.

Oltre questi spiacevoli inconvenienti ci sono coppie felici di far sapere al mondo intero che si amano e che intendono convolare a nozze. Su Facebook. Perché se non lo dici su facebook non è mai accaduto. Il vecchio detto “Pic or didn’t happen” si trasforma in “Facebook or didn’t happen”. Quindi gente che non vedi da una vita all’improvviso t’informa che giorno X in via X si unirà in matrimonio. A quel punto le reazioni vanno dal “Ma sembrava un porco!” a “Così presto? Matrimonio riparatore”, e ancora “Illusi, il matrimonio è una costrizione sociale, l’uomo ha bisogno di più donne perché è scritto nel DNA, deve spargere il seme ovunque”. Io vado per la classica “Ah ah! Bel pacco che ti sei presa!”.

Procediamo con ordine. Come ci si comporta davanti a un invito al matrimonio via FB?Mi piacerebbe scegliere tra un like e una condivisione, che si sa, sta su tutto e non passa mai di moda. Poi penso che comunque è sempre meglio dell’invito cartaceo in pelle di daino albino e con polvere di fate estinte nel 2000 a.C. Penso a cosa potrei mettermi, vado nella bottega di Pet Society ma è tutto a misura cucciolo, non mi sta nulla, a parte un paio di cappellini. Intanto le conferme all’invito arrivano e non so se cliccare su “Parteciperò, forse, non parteciperò”. Ma insomma, potevano dirmelo prima, così tra una connessione e l’altra avrei avuto il tempo di linkargli un ringraziamento. E il tasto “Lancio riso”, dov’è? Sono sempre più disperata. Spero uno dei due sia grillino, potrò contare sullo streaming della cerimonia. Alla fine decido: non ci vado. Se vogliono l’utente qui presente dovranno visitare la mia home di persona. I giorni passano e arrivano live le foto della celebrazione: chiesa, panorama con la sagoma dei neo sposi, ricevimento, viaggio di nozze. Ehi! E la parte più bella? Qui vogliamo anche la trombata. Suvvia, hai condiviso il momento più importante della tua vita su internet e mostri pudore per questo? Non sei coerente. I più precisi non tarderanno nelle caratteristiche della casa nuova, meglio ancora se da ristrutturare. In questi casi diventano cintura nera di “Cerco casa disperatamente” e sognano Paola Marella tra mille faretti, su un soppalco.

Non voglio tralasciare un aspetto importante degli sposi su facebook: il cambio copertina e immagine profilo. DEVE avvenire contemporaneamente, se aspetti troppo significa che non ti interessa e “tu mi ami meno di quanto non faccia io, aveva ragione mia madre!”. Solitamente arrivano valanghe di LIKE, tranne quelli degli ex che, tronfi, se ne vanno in giro dicendo: “Visto? L’ho scampata bella, quella/o era uno che voleva sposarsi”, tutto rigorosamente sottovoce e con occhiolino annesso.

Poi andrà come le coppie normali, lei penserà al corredino mentre lui eliminerà la chat “zozzone prima scelta” dal profilo.

Per quanto riguarda me, sono rimasta sul classico, non sono andata alla celebrazione ma ho taggato gli sposi sulla foto di una Cadillac: “Offro io, non fate complimenti”.

Annunci

5 thoughts on “Oggi sposi su Facebook

  1. i like Cetty D (sto imparando l’inglese … comunque sarebbe “gradisco assai Cetty D” o “sono attratto da Cetty D” o “subisco con gioia il fascino di Cetty D” o altre cose del genere meno “mipiace” … ciao r

  2. non capisco … quel commentino grammaticale su ilikecettyd non era su questo bel pezzo su Fb come inutile raccolta di animali da allevamento.
    Comunque io non ti adorooooooooooo ma mi sei simpatica davvero. Condivido elisabettapendola. Prendiamo una pizza insieme? ciao r

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...