Tu chiamale se vuoi illusioni. Ottiche.

Avvertenza: questo post è un’illusione. Credete di leggere ma non state leggendo, io non ho scritto nulla e se proverete a lasciare commenti non funzionerà perché non esiste. Sto solo ingannando il vostro cervello facendovi credere il contrario. 

 

Si conclude una settimana ricca di fatti importanti: il confronto tv, le 72 flessioni giornaliere di Berlusconi, i bar pieni della Biancofiore, la questione Gaza-Israele e gli scontri  manifestanti-polizia che hanno riguardato molti paesi europei, tra cui l’Italia.

Questo post si concentrerà sull’ultimo argomento con particolare attenzione alle ridicole invenzioni sull’origine dei famosi lacrimogeni. Ne parlano tutti, divenuti talmente noti che sono stati contattati per il prossimo Festival di Sanremo, Isola dei Famosi 129 ed è stata avvistata Barbara D’Urso scazzottarsi con Bruno Vespa per avere la testimonianza esclusiva di genitori ed amici dei fumosi protagonisti. Già pronto il merchandising: magliette, portachiavi e bicchieri con un lacrimogeno su. Per non parlare dell’App  iLacry, clicchi sull’icona ed il tuo smartphone inizia a fumare. Poi devi sostituirlo, ma sono solo dettagli. Alcuni tra i ristoranti più famosi hanno già un menù a tema:

Primo: Penne al fumo

Secondo: salmone affumicato

Dolce: bomba al cioccolato

Io per non farmi mancare nulla ho già comprato il peluche di Lacry, è così dolce! Se lo premi esce un fumo che ti fa commuovere.

Serietà.

Partiamo dal principio: in tutta Europa si consumano scontri e proteste contro l’austerity, la Spagna ci regala immagini col ragazzino sanguinante. Ma noi, che non amiamo lasciare un record negativo a nessuno, recuperiamo in volata con le varie immagini che arrivano dai social, da cellulari di testimoni di passaggio che dimostrano che il confine tra buono e cattivo spesso sta nel riconoscere quando è il momento di fermarsi. Servizio Pubblico apre con un servizio da brivido, gente inerme per terra che continua ad essere manganellata. Twittare a riguardo scatena un fiume di reazioni che si dividono tra gli innocentisti ed i colpevolisti delle forze di polizia. Poi ci sono i testardi che trovano una giustificazione a qualsiasi immagine. E per questo vince indubbiamente la palma d’oro il Questore di Roma. La storia è nota a tutti, ma se ve lo foste persi sintetizzo in poche righe cosa è accaduto

Due video mostrano alcuni lacrimogeni lanciati dal palazzo sede del Ministero della Giustizia(!), tutti sbigottiti. La Severino parla di un’indagine interna ma la scena le viene rubata dalla trovata del Questore di Roma che parla di illusioni ottiche.

“I lacrimogeni sono stati sparati a parabola e rimbalzando sull’edificio hanno creato l’illusione ottica che fossero stati lanciati dal Ministero”

A primo impatto ho pensato che il Questore di Roma non fosse altro che Willy il coyote sotto copertura, un collegamento così arzigogolato e comico non può essere vero.  Ora la domanda fondamentale è: chi ha lanciato quei lacrimogeni? E chi fa la parte di beep beep? Qualcuno giura d’aver visto il Conte di Montecristo alla finestra, altri scommettono su Zenigata e Lupin. Secondo me c’entra Giacobbo.

Un’illusione ottica creata per noi, anzi, se siete bravi ditemi cosa vedete qui:

Visto?

Allora, se siete il Questore della Polizia di Roma, un Ministro o un altro potentone vedrete il lacrimogeno che dal basso va verso l’alto.

Altrimenti vedrete una scia che va dall’alto verso il basso.

Divertentissimo.

 

Mi sono fatta due conti: c’è la crisi, proteste in aumento, io avvio una startup di lacrimogeni e manganelli e mi sistemo a vita.

 

Sbattutazze:

Video mostra lacrimogeni lanciati dal Ministero della Giustizia. E se lo guardi al contrario ottieni anche la versione ufficiale.

I lacrimogeni sparati a parabola e deviati dalla traiettoria degli edifici. Con scappellamento a destra.

Indagine interna per il lancio di lacrimogeni dal Ministero: “Scusate, credevamo fossero coriandoli grossi”.

Lacrimogeni suicida dal Ministero della Giustizia mettono in imbarazzo i piani alti.

Cancellieri sugli scontri: “Le foto facciamole vedere tutte”. Ma no, lo ricorderemo comunque.

Cancellieri sugli scontri: “Le foto facciamole vedere tutte”. O, in alternativa, il filmino al cinema.

Scontri ai cortei, Casini esprime la sua solidarietà alle forze dell’ordine. Se chiudi gli occhi sembra Fini.

Casini esprime la sua solidarietà alle forze dell’ordine. O ha saputo tardi della sentenza Diaz o si porta avanti per la prossima

Ragazzo preso a manganellate in faccia da un celerino. E’ così che nascono i sosia di Gasparri.

Pago il tuo stipendio e mi picchi. Non è sadomasochismo ma scontri polizia-manifestanti.

A Roma 18 fermi, 16 feriti, 100 segnalati. Per un totale di 60 milioni schifati.

Scioperi e cortei, scontri in tutta Italia. E poi dicono che non siamo uniti.

A Roma sassi e bombe carta degli studenti contro la polizia. Dura risposta con forbice.

Scontri ai cortei, agenti feriti. Questi manganelli rimbalzano troppo.

Uova e fumogeni contro l’agenzia delle Entrate a Torino, che li ha tassati del 23%.

A Torino poliziotto accerchiato e picchiato da 20 giovani: “Il film non ci è piaciuto”.
Volge al termine l’intensa giornata di casting nelle piazze italiane per Diaz 2.

Grecia, Italia, Spagna, Portogallo e Irlanda in piazza uniti dallo stesso slogan: “Vogliamo la moviola!”.

Grecia, Italia, Spagna, Portogallo e Irlanda in piazza. Eppure gli Europei sono finiti da un pezzo.

I sindacati europei portano tantissima gente in piazza con lo slogan “Giovani d’Europa alzatevi, c’è un flash mob di Gangnam Style da fare”.

Sciopero, i Piigs scendono in piazza per attirare l’attenzione dei Pigs al potere.

Kennedy venne ucciso da un proiettile sparato a parabola che rimbalzò sull’edificio. Non c’era nessun cecchino alla finestra.

 

 

Annunci

One thought on “Tu chiamale se vuoi illusioni. Ottiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...