I social network hanno la memoria corta?

  1. Dopo diversi settimane di assenza cerco un utente a me caro. Inizia così un dibattito interessante che non merita di essere rinchiuso in soli 140 caratteri. 
  2. Antonicont
    @ItsCetty mi annoio, Cetty. Qui esisti solo se scrivi (spesso), perciò quello che sei è subordinato a quanto frequentemente appari. Pessimo.
  3. sbabicio
    @Antonicont non sono d’accordo:ogni istante ci cambia (e magari ci fa migliori),ogni incontro,ogni amore,ogni tweet è importante. @itscetty
  4. fvitali2
    @Antonicont scusa se mi permetto…ma nel tuo caso non è mai stato vero. Non per me almeno. @itscetty
  5. Antonicont
    @fvitali2 apprezzo il pensiero, ma vedi, anche la mia assenza è un fuoco che si è riacceso perché @ItsCetty lo ha alimentato: visibilità.
  6. 81corra
    Che ci vuoi fare antoni, a me sono anni che non fanno un FF… ti assenti un attimo e dimenticano. @Antonicont @fvitali2 @ItsCetty
  7. AzzetaZeta
    @Antonicont quanto é vero quello che dici.
    @fvitali2 @ItsCetty
  8. Se spariste per un mese, credete che qualcuno vi cercherebbe? Leggendo le risposte pare che apparire corrisponda all’essere. Se non scrivi, non esisti. Può far parte del gioco, ma ne siamo coscienti? Twitter ingurgita casi nazionali politici e di cronaca in un paio d’ore. Forse vale anche per le persone.  
Annunci

5 thoughts on “I social network hanno la memoria corta?

  1. Non condivido.
    Ci sono alcune persone che, come te, hanno destato il mio interesse o colpito la mia fantasia.
    Sono quelle i cui twit vado a rileggere, a vedere cos’han scritto di nuovo e magari mi son perso…
    La rete ha memoria, le persone anche (fatti salvi i casi patologici come la nonna che mi ripete sempre le stesse cose..).

    Poi se decidi di scrivere una mail o no ad una persona che non vedi da tanto, è un altro film.

    Lì però spesso entrano in gioco molti fattori..
    Io per esempio ho, fra i tanti complessi, la paura patologica di essere (mal)sopportato, quindi spesso mi fermo dal chiamare qualcuno immaginando che l’altro/a sbuffi mentalmente e cerchi scuse plausibili per ignorarmi/allontanarsi/chiudere il telefono.

  2. …depende…depende…Cara Cetty dipende da chi scompare..se scompari tu è ovvio che ti cercheranno in molti…ma chi twitta poco, segue poche persone, che non sono suoi AMICI (ma veri e propri sconosciuti), se non si collega per un pò… non se ne accorge nessuno. Su twitter , per una mia scelta, non ho amici e personalmente non conosco nessuno..ma io non cerco visibilità o amicizie…questo però lo rende un pò freddo,infatti, se non sono di ottimo umore, mi faccio un giretto su facebook dove sono ultrapiena di amici o conoscenti, cmq, gente che conosco realmente..e ,se per qualche giorno non mi collego, trovo diverse notifiche ed email di amici che chiedono notizie…bè,come negarlo, mi si riscalda il cuore 😉 . Io tw lo utilizzo più per le informazioni sociali,politiche, scientifiche, tutte condensate in una TL, poi ci sei tu e qualche altro degno di attenzione ( ma anche certi tuoi tweet mi scaldano il cuore : )) Allora ognuno ne faccia l’uso che più gli aggrada perchè l’importante non è che ci dimentichino gli sconosciuti ( echi se ne frega?)…ma che si ricordino di noi le persone a noi veramente care. Baci.

  3. io sono ancora scottato da una mia cara amica che di colpo ha staccato internet del tutto, tutti i social, mail, chat, tutto…. e fa ancora male, fa male ogni giorno da ormai due mesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...